All posts tagged Sciliar

NORDIC&ENROSADIRA E GLI EROI….

Bel gruppo di mitici camminatori, le persone con cui ho condiviso queste due giornate all’insegna della montagna. Nonostante io avessi modificato il giro nell’ultima settimana, nessuno si è spaventato e tutti hanno portato il proprio entusiasmo e la propria voglia di assaporare qualcosa di unico, insieme… Eroi.. perchè con la montagna non si scherza e hanno camminato mettendo a dura prova la loro preparazione sportiva, senza spegnere mai il sorriso, nonostante le previsioni meteo promettessero temporali.

Partenza allegra quindi da Bad Ratzes, da dove abbiamo proseguito per il sentiero dei geologi in direzione Prosslinger Schwaige…un sentiero pieno di cascate e piacevoli sorprese. Camminando all’ombra alla scoperta di questo sentiero non abbiamo quasi percepito la salita….

Dopo una breve scorpacciata di lamponi abbiamo proseguito fino alla Sattleralm, dove abbiamo pranzato al sacco.

Sapevamo che la vera salita sarebbe iniziata da quel momento in poi, quindi abbiamo mangiato poco e ognuno con il suo passo ha affrontato la salita che però offriva scorci sempre più mozzafiato man mano che si saliva. Fiori stupendi hanno accompagnato il cammino e hanno distratto la nostra fatica.

Quello che si prova ad arrivare in cima a 2450 m, dopo aver fatto circa 1350 metri di dislivello è indescrivibile!! Soddisfazione per la propria determinazione, commozione per la bellezza della natura, gioia per aver la possibilità di godere di tutto ciò e di condividerlo con persone simpatiche.

Nonostante la stanchezza e il vento freddo, alcuni di noi sono andati pure alla cima Pez sopra il rifugio Bolzano, facendo circa altri 100 m di dislivello. Quel tratto di sentiero tra i sassi ci ha svelato scenari nuovi dello Sciliar che non avevo ancora mai visto. La dolomia lì è venata di rosa, in tinta con il tappeto floreale…
In discesa passando tra i sassi ed essendo sopravento, abbiamo visto moltissime marmotte, che non fiutavano la nostra presenza… e un mare di stelle alpine

Impossibile entrare in rifugio con tanta bellezza intorno e nonostante il freddo ci siamo messi davanti al Rosengarten che non ci stancavamo mai di ammirare e siamo tornati anche un po’ bambini.

Dopo cena, abbiamo raccontato alcune versioni della leggenda di Re Laurino  e il suo giardino di rose, Il Rosengarten appunto e Kety ha spiegato a tutti come fare le rose con la carta crespa!! Abbiamo fatto delle bellissime rose e boccioli che ci sono rimasti come ricordo per la nostra gita enrosadira!!

Purtroppo, a causa di brutti nuvoloni in arrivo non abbiamo potuto godere dell’enrosadira, ma è stato tutto molto bello ugualmente. Siamo stati fortunati perchè il temporale è arrivato solo di notte e molti di noi non hanno sentito nemmeno i tuoni che dormivano già profondamente!

Il giorno seguente, a malincuore, siamo scesi in direzione Fiè per prati stupendi fino a una chiesetta con vista sul Catinaccio. Nonostante il sole,l’aria era freddina, infatti eravamo vestiti di tutto punto! Le marmotte hanno accompagnato il nostro ritorno.

Poi un magnifico sentierino tra i pini mughi ci ha condotti alla malga Sessel/Seggiola, dove abbiamo fatto stretching emozionale, cercando di incamerare con il respiro tutti quei profumi, i colori e tutta l’armonia che avevamo intorno.

In seguito ci attendeva il canyon con dei ponti particolarissimi incastonati tra i massi e un impetuoso ruscello. La discesa si è fatta un po’ faticosa, ma gli occhi catturavano ogni cambio di panorama e situazione.

Alla malga Hofer ci siamo riposati e rifocillati… una festa di gerani!!!

Ormai tutti veramente provati,  abbiamo proseguito nel bosco il nostro rientro fino al laghetto di Fiè, dove alcuni hanno fatto il bagno e altri hanno messo a bagno i piedi fumanti. Anche il secondo giorno abbiamo fatto circa di 1500 mt di dislivello e molti su scalini e sassi, quindi è chiaro che le gambe ne hanno risentito, ma è stato veramente confortante veder che i sorrisi non mancavano mai sui volti stanchi. (Nonostante i 3000 metri di dislivello totali in due giorni!!!)

Da Fiè abbiamo organizzato il rientro con il bus alle macchine, stanchi ma felici e con la convinzione di aver proprio goduto appieno di questi giorni estivi, sì di averli vissuti intensamente.

Chi vuole vedere tutte le foto, lo può fare su facebook (ora abbiamo anche il gruppo Nordic walking alto adige).

 

 

 

Share

NORDIC WALKING & ENROSADIRA – 4/5 AGOSTO 2012

4 E 5 AGOSTO…NORDIC WALKING SULLO SCILIAR!
Per camminatori esperti.


Dall’Alpe di Siusi, Kompatsch – Malga Saltner – Rifugio Bolzano (dislivello 600 m di salita – tempo di marcia 3/4 h). Nel pomeriggio salita al monte Pez nei pressi del rifugio, da dove si domina una vista a 360° di tutte le montagne altoatesine, austriache e trentine.
In serata ammireremo l’enrosadira sul Catinaccio e racconteremo alcune leggende.
Il giorno seguente torneremo costeggiando i Denti di Terrarossa, da rifugio Bolzano- rifugio Alpe di Tires e rientro verso l’Alpe di Siusi passando dall’hotel Panorama (a discrezione dell’istruttrice).PERNOTTAMENTO AL RIFUGIO BOLZANO
stanza doppia (anche con letti a castello) : € 15 soci CAI – € 24 non soci
colazione: € 7,50
pasti: si ordina alla carta
Siete pregati di portare ciabatte e asciugamani, mentre lenzuola e coperte ci sono.
Quota di partecipazione: 10 €
E’ richiesta la tessera dell’associazione per l’anno 2011-12. Chi ne fosse ancora sprovvisto, la può fare al momento. Il costo è di 10 euro, compresa assicurazione AICS.Chi intendesse partecipare, è pregato di prenotarsi quanto prima e comunque entro il 1/8 e consegnare una caparra di €20 alla biblioteca italiana Endidae di Egna, segnando nominativo, rifugio Bolzano, NORDIC WALKING ALTO ADIGE oppure all’istruttrice Letizia.
I POSTI SONO LIMITATI, PER CUI PRIMA CI SI ISCRIVE MEGLIO E’!!!!!!!!!!!!

Share