"Passi... Che regalano emozioni..."

nordicwalkingaltoadige.it

Ultimi eventi
set 22

Share

set 15

il “Cammino” nel CUORE DELL’ALTO ADIGE

 GOCCIA DOPO GOCCIA….

Domenica 14 settembre 2014 la Nordic Walking Alto Adige ha organizzato la tappa altoatesina del “Cammino”, un percorso solidale a tappe dal Cristo di Camogli in Liguria al Cristo Pensante sulle Dolomiti.
In ogni tappa  organizzata  dalle associazioni facenti capo alla Scuola Italiana Nordic Walking viene raccolta per beneficienza una piccola somma di denaro, che unita a quella di tutte le altre tappe, forma una somma importante.
Una canzone per bambini del Coro dell’Antoniano “Goccia dopo goccia” diceva:

“Goccia dopo goccia nasce un fiume,
Un passo dopo l’altro si va lontano….
Non è importante se non siamo grandi
Come le montagne, come le montagne;
Quello che conta è stare tutti insieme
Per aiutare chi non ce la fa,
Per aiutare chi non ce la fa.
Goccia dopo goccia….”

Ecco che la partecipazione a questo appuntamento annuale del Cammino è per noi così importante e non posso fare a meno di pensare a questa canzone.
La somma raccolta, per il secondo anno di seguito,  inoltre, verrà consegnata al nostro istruttore Aldo De Michele che opera in Malawi per la costruzione di pozzi d’acqua…

Dal 2007 Aldo fa parte di Oltreconfine, una Onlus che realizza importanti progetti per il sostentamento di popolazioni disagiate. In particolare Aldo ha collaborato a portare la vita in alcune zone del Malawi, realizzando insieme ad altri volontari dei pozzi per l’acqua, perchè come titola il suo diario  ”Mazdi ndi Moyo”   (L’acqua è vita).

http://www.incammino.info/

In seguito pubblicheremo i risultati della raccolta e il resoconto di come sono stati impiegati accompagnato da foto dell’istruttore Aldo.

Goccia dopo goccia…

Alle 8.15 di domenica mattina in piazza Vittoria abbiamo trovato un bel gruppo di nostri associati, tutti puntualissimi, orgogliosi di indossare l’inconfondibile maglietta dell’associazione con i famosi procione e volpe!! Tutti  pronti a godersi una bella giornata in compagnia. L’organizzazione della NWAA è stata come sempre efficiente, grazie alle instancabili  Dora e Patrizia, e alle 9.00 eravamo già alla distilleria di olio di pino mugo Eschfeller in Val Sarentino.
Per tradizione in Val Sarentino si lavora soprattutto il pino mugo, visto che la zona ne è particolarmente ricca.
Alla distilleria siamo stati accolti dal suo profumo caldo e penetrante ed è stato molto interessante ascoltare le spiegazioni di Ernst Eschgfeller.

Anche il meteo era dalla nostra parte, sole e il cielo azzurro, interrotto di tanto in tanto da qualche nuvola che però scappava presto.
Dal parcheggio della zona sciistica di S. Martino infine siamo partiti per la camminata lungo il nuovo sentiero naturalistico Urlesteig che con una dolce ma costante salita porta alla malga Getrumalm, dove abbiamo consumato il pranzo. Essendo la “settimana del gusto” vi lascio immaginare le prelibatezze contadine che hanno servito, come i canederli di grano saraceno….. e la torta di castagne….

Qui molti di noi si sono lasciati ispirare e hanno scritto i loro pensieri su foglietti che verranno consegnati, insieme al resto del “testimone” a Pino Dellasega per l’ultima tappa prevista per il 28 settembre, l’arrivo al Cristo delle Dolomiti.
Il primo testimone tre anni fa consisteva in un sacchetto di sale, il secondo in sassi raccolti durante il cammino e ora in pensieri-parole-ispirazioni-preghiere- da fare arrivare al Cristo.

Dopo il pranzo siamo ripartiti, ma alcuni di noi, con lo spirito curioso tipico dei bambini, hanno provato ad inoltrarsi nel LABIRINTO di pini mughi! Subito, ancora prima di leggere il cartello abbiamo notato l’aumento di temperatura, infatti gli arbusti riparano dal vento e trattengono così il caldo e ci hanno obbligato così a toglierci subito  le maglie…. Interessante scoperta!

Poi proseguendo nella camminata abbiamo incontrato un punto Kneipp veramente carino e molto ben inserito in quel contesto montano, che invitava a sedersi e a rimanere lì per lungo tempo con l’intento di far scorrere via dal proprio corpo stress, stanchezza, preoccupazioni, delusioni…..
Alcune persone del gruppo hanno visto pure un capriolo con il piccolo che si abbeveravano in questo luogo!

Essere seduti nel silenzio tra i mughi godendo della vista dell’altipiano di Villandro e il Corno del Renon a destra e oltre ad essi di fronte il Sasso Lungo e il Sasso Piatto…
che pace, che bellezza!
Ad ogni modo abbiamo proseguito camminando tra chiacchiere e sorrisi. Poi il gruppo si è diviso sempre guidato da istruttrici,  per un piccolo tratto di discesa, chi ha preferito fare  la strada forestale e chi la discesa per il sentiero tra i prati… Ma ci siamo ritrovati tutti alla Sunnalm.  Al di sotto dell’alpe “Sunnolm”sono incastonati gli “Urlelockn” , dei laghetti. La leggenda narra che un tempo, in questo luogo, sorgeva un laghetto incantato in cui trovavano sepoltura gli stranieri che erano deceduti nella neve alta, le vecchie zitelle dalla vita troppo facile e le giovani contadine scostumate.

Questo laghetto, pressochè sconosciuto ai più, è il centro geografico dell’Alto Adige!! e per la nostra camminata che abbiamo fatto con il CUORE non potevamo non andare proprio nel CUORE dell’Alto Adige!

Verso le 17.00 siamo arrivati alle macchine, soddisfatti e stanchi ma felici di aver camminato non solo per noi stessi ma anche per i bambini del Malawi e le loro famiglie.

Ringraziamo tutti i partecipanti per aver risposto al nostro appello e ringrazio anche Maurizio per essere stato così disponibile e solerte ad inviarmi numerose foto per l’articolo.

Goccia dopo goccia…

 

 

 

Share
Ultime Foto
ankara masaj